Riolo Terme

Riolo Terme, situata nelle colline della provincia di Ravenna, è conosciuta per il suo stabilimento termale che da 150 anni accoglie all’interno del vasto parco secolare chi si affida alle cure delle sue acque medicali e dei suoi fanghi sorgivi o chi vuole coccolarsi all’interno del suo Centro Benessere.
Il centro storico della cittadina si sviluppa ai piedi della Rocca Sforzesca edificata sul finire del XIV secolo e perfettamente conservata, con le sue tre torri e il maschio quadrato.

Il verde delle colline che la circondano e i benefici del complesso termale ne fanno una località turistica ideale per chi ricerca un soggiorno di benessere e relax all’insegna della tranquillità, dello sport e dell’ambiente.

La città è poi scenario di tante iniziative che si sviluppano durante l’anno: sagre dedicate ai prodotti del territoriomostre ed eventi sportivi, musicali e culturali.


La Rocca Sforzesca

La Rocca di Riolo, antica roccaforte della Valle del Senio, sorse insieme al suo borgo sul finire del XIV secolo.
Nel 1388 infatti i Bolognesi, per rafforzare il proprio dominio, decisero di ampliare un “torrione” già esistente costruendo la Rocca. È una costruzione a pianta quadrangolare delimitata, assieme alla parte vecchia del paese, dalle mura.

La Rocca si trova al centro del paese, a 700m (10 minuti a piedi) dalla Casa dell’Orologio.

La Rocca ospita diversi momenti della programmazione culturale e museale: il Centro Documentazione della Vena del Gesso, le mostre d’arte di importanza nazionale ed europee, programmi musicali e proiezioni cinematografiche, incontri storici – culturali – gastronomici.

Per informazioni:
collegati al sito della Rocca di Riolo Terme


Parco della Vena del Gesso

La Vena del Gesso Romagnola è una dorsale di solfato di calcio, variamente cristallizzato e stratificato in imponenti bancate, che interseca, ad una decina di chilometri dalla linea di congiunzione con la pianura, le vallate del Santerno, Senio, Sintria e Lamone, che solcano gli Appennini nella parte occidentale della Romagna.
L’affioramento, che è il più lungo e imponente rilievo gessoso in Italia, si sviluppa per 25 km e ha una larghezza media di un chilometro e mezzo.
L’altitudine varia tra 100 m e 515 m s.l.m. La  cima più alta è Monte Mauro, sulla sinistra idrografica del torrente Sintria.
Questa formazione gessosa-solfifera, che attraversa il territorio del Comune di Riolo Terme, è una ricchezza naturale e storica visitabile percorrendo i numerosi sentieri del Parco della Vena del Gesso.

Per informazioni:
collegati al sito del Parco della Vena del Gesso


Grotta del Re Tiberio

A 6km dalla Casa dell’Orologio, si trova la Grotta del Re Tiberio: la grotta più nota del Parco della Vena del Gesso Romagnola per i numerosi ritrovamenti che testimoniano una frequentazione dell’uomo protratta per diversi millenni.
La grotta è raggiungibile percorrendo uno stretto e ripido sentiero panoramico, che sale sul fianco della parete gessosa, ed è collegato alla viabilità interna del cantiere minerario.
La grotta, lunga complessivamente oltre quattro chilometri, è facilmente percorribile per un tratto di una sessantina di metri fino alla Sala Gotica, più oltre può essere visitata solo con attrezzatura speleologica.

Per informazioni:
collegati al sito della Grotta del Re Tiberio